mercoledì 22 febbraio 2017

Intervista a Damien Thorne degli Occultator

"Suonare metallo è una scelta precisa: restare losers a vita, nessuna gloria, nessuna retribuzione, solo il piacere di diffondere il verbo"


Occultator è il monicker sotto il quale si cela l'ennesima immorale creatura portatrice sana di sonorità antiche e marce fino al midollo, formata dai valorosi true defenders sopravvissuti nello stretto di Messina, individui che si ammucchiano in gruppi come Bunker66, Humanoidz From The Deep, Fangtooth, Lich, e forse ne dimentico qualcuno. Una decina di mesi fa ho posto qualche domanda al bassista Damien Thorne, noto ai più come Peppe Simmons, con l'intenzione di pubblicare l'intervista nel prossimo numero cartaceo di Porrozine. Così non fu.  UH!




Inizierei con le peculiarità, i vizi e le virtù dei membri che compongono gli Occultator...

Gli Occultator sono Damien Thorne al basso, Animal Profanator alla batteria e Painkiller alle chitarre. A livello di vizi/virtù mi sa che le due cose coincidono. Nonostante la nostra età non proprio freschissima ci ostiniamo a “consumare” metallo, sia come ascoltatori che come modesti esecutori, indubbiamente è un vizio, anche costoso purtroppo, ma può anche essere visto come una virtù, incuranti delle mode infatti, proseguiamo in maniera bovina a tirare dritti nelle nostre visioni portatrici solo di fallimenti ma anche di effimere ed inutili soddisfazioni. Potrei anche parlarti del fatto che esistono filmini privati “hot” di Animal in compagnia di nani/e ed elfi non proprio vestiti e della sua passione smodata per le tette strabordanti o di alcuni scatti compromettenti riguardanti Painkiller ma preferisco “sopravvolare”...

Chi non conosce il movimento metal messinese potrebbe pensare che ci sia un bel fermento da queste parti, in realtà credo siano sempre gli stessi disagiati a formare e sciogliere gruppi di un certo tipo... 

Purtroppo si, a Messina in effetti non si può parlare di “scena”... siamo sempre gli stessi quattro losers a fare e disfare bands, gli Occultator sono un mix di Bunker66, Fangtooth e Lich, anzi, ti anticipo in esclusiva mondiale che è già partito un nuovo progetto con me, Animal Profanator e Desekrator Of The Altar che, sotto il monicker Necromansy, si sta accingendo a sfornare l’ennesimo tributo al metallo che fu!

Cosa avete pubblicato fino ad ora? In quante copie?

Ordunque, abbiamo fatto un primo ep autoprodotto su cdr dal titolo "Exorcize the Exorcist", in seguito ristampato sempre in cd dalla Eternal Tombs di Palermo in 50 copie, lo stesso poi è uscito in cassetta in 144 copie per un' etichetta polacca, la From the Dark Past. Quest’anno è uscito un cd split in 500 copie insieme ai Pestem di Catania, "Bastards from Hell", a cura della Satanic Records, etichetta messicana, gente tosta. Al momento stiamo ultimando le registrazioni di 4 nuovi brani e vorremmo fare un cd riepilogativo che comprenda tutti i pezzi usciti finora, vediamo se troviamo etichette interessate...

L'artwork dello split cd è opera tua... il tuo stile "marcio" e minimale ha affascinato tanta gente sparsa per l'Italia. Per quali altri gruppi hai eseguito disegni, loghi, illustrazioni?

Si, l’artwork dello split con i Pestem è opera mia, in realtà suonare è solo una scusa per mettere in pratica la mia vera passione, quella di disegnare! Ho disegnato le cover per i Bunker66 e poi quelle per alcuni amici come i grandissimi Thrash Bombz ad esempio; ho fatto la cover per lo split dei Tangorodrim/Salute, grandi persone e grandi bands, ho fatto disegnini anche per gli Shameless, per gli Psychopath Witch, per gli inglesi Vuil (che vi segnalo per l’ascolto, un'ottima band), poi per i Forces, gli Hellcrash... ho realizzato loghi per i Nuclear Detonation, per gli Psicosi... insomma, mi piace realizzare le fantasie di chi me lo richiede.



Gli Occultator sono "old" nei suoni, nello stile... nell'età! E mi piacciono proprio per questo. Cosa ne pensate del ritorno di fiamma dell' "old school" in generale? Dalle reunion di gruppi seminali, alle ristampe di vecchi dischi fino ai remake di film horror anni '80...

Ah, sicuramente siamo old, io più di tutti ! Si, in effetti c’è ancora in atto una riscoperta della roba vecchia. Personalmente credo sia una cosa buona saccheggiare tra le idee del passato, certo, la cosa deve essere un processo naturale e non una scelta fatta e realizzata a tavolino allo scopo di infilarsi in un calderone per ottenere un minimo di considerazione... del resto mi piace pensare che chi suona metallo lo faccia per passione e non può, del resto,  essere per altro, suonare metallo è una scelta precisa: restare losers a vita, nessuna gloria, nessuna retribuzione, solo il piacere di diffondere il verbo! Le reunion possono essere un' operazione nostalgica, in alcuni casi bella, ma andare a vedere reunion con un membro originale solo e dei ragazzini, è come andare a vedere una cover band. Diverso è il discorso dei vari reboot, sequel e remake in campo horror, li trovo davvero offensivi e fuori luogo (a parte qualche eccezione tipo il remake de "Le Colline hanno gli Occhi" ad esempio), la maggior parte sono brutti e privi di reale ispirazione. Alcune icone non si devono toccare!

L'attività live è il dramma di buona parte dei gruppi estremi del sud Italia. A voi come sta andando? 

Il tasto live per noi è un po’ dolente in effetti, ad oggi non ne abbiamo fatti molti. Le occasioni sono pochissime, come per tutti. Speriamo in futuro si concretizzi qualcosa...

Ci sono migliaia e migliaia di gruppi che bazzicano nel giro thrash/black et similia: ne suggerisci  qualcuno al  sottoscritto e ai  fetentoni che leggeranno queste righe?

Certo, l'Italia è piena di ottime bands underground! Ti cito subito i grandissimi Noia di Firenze e, per restare in ambito toscano, i Barbarian e i Violentor che hanno appena sfornato un album incredibile, poi i Sofisticator... tutte grandi bands grondanti sudore e passione... anche i Morbo sono un grande gruppo, ascoltateli! Ad un concerto con i Bunker ho scoperto i Necro, zona Milano,  che  sono  davvero spettacolari e i Cancer Spreading, un gruppone! Restando in terronia segnalo i Thrash  Bombz, Malauriu, Nuclear Detonation, Pestem, Psychopath Witch, Hellriderz...

Cosa  ci  vendete? Magliette, toppe, spille, cd, perizoma? Come facciamo ad avere tutte le reliquie degli Occultator? Dove vi troviamo online?

Abbiamo ancora qualche t-shirt e qualche copia di cd per cui, se vi va, scriveteci alla nostra pagina facebook e saremo lieti di fornirvi tutte le indicazioni su come farci diventare ricchi e famosi, come moderni rapper.

Cosa ti fa venire in mente la parola "porro"?

Japan Robots!

Per contattare gli Occultator potete mandare una mail a occultator666@gmail.com o scrivere alla pagina www.fb.com/occultator